Oggi, Martedì Santo, dalla Basilica di San Bartolomeo all’Isola, Santuario dei Nuovi Martiri, preghiamo con i Martiri del XX e XXI secolo. Durante la preghiera saranno ricordati i nomi e le storie di donne e uomini che hanno donato la vita per il Vangelo.

La Basilica di San Bartolomeo, che accoglie nell’altare maggiore il corpo di San Bartolomeo Apostolo, nella sua lunga storia ha ricevuto numerose memorie di Martiri, a partire da una reliquia di S. Adalberto, vescovo di Praga ed evangelizzatore della Polonia. Giovanni Paolo II, nel 1993, ha affidato la basilica alla Comunità di Sant’Egidio e ha poi voluto che raccogliesse le testimonianze dei Nuovi Martiri cristiani di tutte le Chiese. Le sei cappelle delle navate laterali della chiesa, ripercorrendo le vie dolorose della storia del XX e del XXI secolo, custodiscono molte memorie di martiri cristiani provenienti da diverse parti del mondo: da quelli che hanno perso la vita sotto la violenza totalitaria del Comunismo e del Nazismo, a quelli uccisi in America, in Africa, in Asia, in Oceania e in Medio Oriente, mentre testimoniavano la speranza del Vangelo in contesti difficili.

Papa Francesco, ad aprile 2017 in visita a San Bartolomeo, durante la preghiera in memoria dei Nuovi Martiri ha detto: L’eredità viva dei martiri dona oggi a noi pace e unità. Essi ci insegnano che, con la forza dell’amore, con la mitezza, si può lottare contro la prepotenza, la violenza, la guerra e si può realizzare con pazienza la pace. 

Non sono ancora stati caricate pagine correlate