I Beati martiri di Pariacoto, Michał Tomaszek e Zbigniew Strzałkowski, missionari francescani (OFMConv) polacchi, hanno servito con amore Dio e la gente fino a donare la vita. Dopo appena due anni della loro presenza tra la gente di Pariacoto, nelle Ande peruviane, il 9 agosto 1991 nella località Pueblo Viejo di Pariacoto, furono fucilati dai terroristi di “Sendero Luminoso”. Uccisi perchè accusati di  ingannare il popolo distribuendo alimenti della Caritas, che è imperialismo; recitando il  rosario,  particando il culto dei Santi, la Messa e la lettura della Bibbia. Così predicano la pace e addormentano la gente”, sulla base del concetto che la religione è l’oppio dei popoli.

Il loro martirio è avvenuto esattamente a 50 anni dal martirio di San Massimiliano Kolbe. Sepolti nella chiesa di Pariacoto, furono proclamati beati il 5 dicembre 2015 a Chimbote, in Perù.

  1. Miguel Tomaszek, nato il 23 settembre 1960 a Łękawica presso Żywiec (Polonia), ha frequentato fin dalla più tenera età il santuario mariano di Rychwałd, dove ha conosciuto i frati francescani. Terminato il Seminario Minore dei Francescani a Legnica, nel 1980 è entrato in noviziato. Nel periodo di studi nel Seminario Maggiore a Cracovia è stato catechista dei ragazzi portatori di handicap. Ordinato sacerdote il 23 maggio 1987, ha servito per due anni nella parrocchia a Pieńsk, presso Zgorzelec. Nel luglio 1989 è partito come missionario per il Perù. Uomo di fede profonda, semplice, immerso nella preghiera e molto devoto alla Vergine Maria, aveva un dono particolare per evangelizzare giovani e bambini: li raggiungeva soprattutto attraverso la musica e il canto.
  2. Zbigniew Strzałkowski, nato il 3 luglio 1958 a Tarnów (Polonia), abitava con i suoi genitori nel vicino villaggio di Zawada. Terminata la scuola elementare, ha frequentato l’istituto tecnico e, in seguito, ha lavorato per un anno come tecnico meccanico. Nel 1979 è entrato nel noviziato francescano. Durante gli studi nel Seminario Maggiore a Cracovia ha collaborato attivamente a creare il Movimento Ecologico di San Francesco d’Assisi (REFA). Ordinato sacerdote il 7 giugno 1986, è stato per due anni educatore dei giovani e vicerettore del Seminario Minore dei Francescani a Legnica. Il 30 novembre 1988 è partito per la missione in Perù. Era un uomo forte, coraggioso e attento agli infermi. Il suo grande desiderio di servire gli altri derivava da una fede profonda e dalla sua aspirazione ad imitare l’esempio di San Massimiliano Kolbe. Uomo laborioso, univa il talento organizzativo a un grande senso di responsabilità. Amava il creato sull’esempio di San Francesco d’Assisi.

I Beati martiri di Pariacoto, Michał Tomaszek e Zbigniew Strzałkowski, missionari francescani (OFMConv) polacchi, hanno servito con amore Dio e la gente fino a donare la vita. Dopo appena due anni della loro presenza tra…

Leggi tutto

Fascia appartenuta a Mons. Angelelli, vescovo di La Rioja, in Argentina, ucciso il 4 agosto del 1976.

Leggi tutto
Croce pettorale di mons. Alejandro Labaka

Il Vescovo Alejandro Labaka nacque in Spagna il 19 aprile 1920, a Beizama, piccolo villaggio dei Paesi Baschi. Frate minore cappuccino, fu parroco a Pifo, Superiore della Custodia dei padri cappuccini in Ecuador; ancora Prefetto…

Leggi tutto
Messale di mons Oscar Arnulfo Romero

Mons. Oscar Arnulfo Romero nasce il 15 agosto 1917 a Ciudad Barrios, villaggio di bassa montagna in El Salvador. Entra in seminario nella città di San Miguel e nel 1937 va a studiare a Roma dove è ordinato sacerdote nel 1942. Nel 1943 ritorna in El Salvador. E’ parroco nella diocesi di San Miguel fino al 1968, quando diventa segretario della Conferenza Episcopale salvadoregna. Nel 1970 è nominato vescovo ausiliare nell’arcidiocesi di San Salvador. Nel 1975 è vescovo di Santiago de María. Nel 1977 diviene arcivescovo di San Salvador. Muore nel 1980, ucciso durante una celebrazione liturgica da uno squadrone della morte.

Leggi tutto

Il Cardinale Posadas Ocampo venne ucciso da un gruppo di uomini armati il 24 maggio 1993, mentre era in attesa di accogliere il Nunzio apostolico che giungeva a Guadalajara per assistere alla celebrazione della memoria dei martiri messicani di Jalisco

Leggi tutto